Studio di fattibilità per un edificio polifunzionale e darsena

Un’area in disuso da riqualificare per rimarginare il tessuto edilizio e il contesto naturalistico.

L’area è costituita da un lotto privato e da una zona demaniale caratterizzata da una piccola darsena, per imbarcazioni da diporto, che si affaccia sull’estuario del Magra. Il percorso pedonale che costeggia la riva è l’unico elemento di connessione tra i quartieri residenziali e tra questi e il mare poco distante.

La vocazione del lotto è principalmente l’uso ricettivo e terziario, le cui funzioni ben si innervano nel tessuto urbano esistente ed in quello economico del territorio.

Gli edifici si sviluppano su tre livelli ed hanno andamento degradante verso il Magra, così da massimizzare il loro inserimento ambientale e paesaggistico. I tre edifici sono collegati al piano terra da percorsi coperti, mentre gli spazi che li separano sono attrezzati per realizzare ambiti di attività all’aperto.

Le superfici vetrate, arretrate rispetto alla sagoma dell’edificio in modo da delimitare ampie zone terrazzate e pergolati, e le schermature solari costituite da diaframmi lignei scorrevoli, concorrono a realizzare volumi non definiti da masse opache, ma piuttosto composti da superfici poste su piani diversi che dissimulano la rigida stereometria a fronte di un gioco prodotto da ombre e trasparenze.

L’inserimento di specie autoctone in modo naturalistico, alberi ad alto fusto unitamente a formazioni arbustive e tappezzanti, riesce a mitigare gli elementi costruiti, evitando soluzioni formali rigide che contrasterebbero con il paesaggio costiero.

Le aree pedonali, rifinite con doghe in legno, sembrano galleggiare sul terreno, come le passerelle dei pontili. Tali zone definiscono la maggior parte degli spazi a fruizione pubblica, dando la possibilità di organizzare eventi di incontro e socializzazione, organizzando flussi di attraversamento e sosta consoni alla realtà turistica della zona, e creando un punto di interesse per il percorso pedonale esistente che dalle spiagge si prolunga lungo la foce del Magra.

Cliente:
Privato
Anno:
2018

Studio di fattibilità

Altri progetti